ORIGINE DELLA PARROCCHIA

  1. L'anno 1967, il Vescovo di Iglesias, nella persona dell'Amministratore Apostolico S.Ecc.Mons.Enea Selis, prendeva la decisione di smembrare la Parrocchia di S.Carlo, per costituire una seconda Parrocchia autonoma, intitolata a S.Pietro Apostolo.
  2. In data 29 Giugno 1967, lo stesso Vescovo Selis firmava il decreto di costituzione della Parrocchia. Primo Parroco fu Don Demetrio Pinna.
  3. Egli prendeva possesso della nuova Parrocchia il giorno 05 Novembre 1967; giorno che segna l'inizio dell'attività pastorale della comunità S.Pietro.
  4. Le funzioni sacre iniziarono a svolgersi in un'aula dell'Asilo S. Vincenzo (in Via Don Minzoni), gentilmente concessa dall'Opera Pia e adattata a chiesa provvisoria.
  5. Lo trova il Parroco , Don Pinna, che lo acquista dalla signora Germaine Caratis, oriunda carlofortina, residente a Bron (Francia), il 14 Settembre 1968. In un secondo tempo il Parroco successore, Don Carlo Cani, acquista un altro lotto di terreno dagli eredi Piccaluga Plaisant-Armeni. Questi terreni sono destinati alla costruzione della chiesa parrocchiale, della casa canonica e dell'oratorio per le attività pastorali. E si da incarico all'Ing. Giorgio Grosso di preparare un progetto per la costruzione di dette opere.
  6. La prima costruzione è stata la casa parrocchiale, l'ufficio del Parroco e un salone. Quest'ultimo funge da chiesa provvisoria. E siamo nel 1984. Anno in cui si abbandona la primitiva chiesa provvisoria nell'aula dell'Asilo e si officia nella nuova struttura, sita in Via Corvetto, 22. La cerimonia liturgica dell'inaugurazione della nuova struttura (salone-cappella) è stata officita dal Vescovo Diocesano, Mons,. Giovanni Cogoni. In questa chiesa provvisoria, la comunita parrocchiale vive e opera per circa 20 anni.
  7. Il 18 Aprile 1999, il Vescovo Diocesano, Mons. Arrigo Miglio (succeduto a Mons. Cogoni) benedice e depone la prima pietra della nuova e definitiva chiesa parrocchiale. Cinque anni più tardi, il Vescovo Diocesano S.Ecc.Mons.Tarcisio Pillolla (succeduto a Mons. Miglio) benedice e inaugura la chiesa attuale di S.Pietro Apostolo. Ormai "hic manebimus optime" (qui ci staremo bene per sempre!!). Ringraziamo il Signore e il Santo Patrono S. Pietro!
  8. durante tutto il periodo della nascita e primo sviluppo della Parrocchia, si sono avvicendati questi personaggi storici della Chiesa universale locale:
    a) Papi:
    Paolo VI (1967-1978)
    Giovanni Paolo I (1978-33 giorni)
    Giovanni Paolo II (1978-)

    b) Vescovi:
    Enea Selis, Amministratore Apostolico sede plena (1967 -)
    Spanedda, Amministratore sede vacante ( -1972)
    Giovanni Cogoni (1972-1992)
    Arrigo Miglio (1992-1999)
    Tarcisio Pillolla (1999-)

    c)Parroci:
    Demetrio Pinna (1967-1992)
    Carlo Cani (1977-1993)
    Gino Casula, Amministratore Parrocchiale (1993-1995)
    Gabriele Atzei (1995-1996)
    Vitale Melis (1996-2002)
    Daniele Agus, Amministratore Parrocchiale (dal 2002)

Top

[Back]


IL PERIMETRO

La Parrocchia S.Pietro comprende circa 2800 abitanti, distribuiti nel perimetro geografico stabilito dalla Curia Vescovile, secondo il seguente decreto:
I confini (della nuova Parrocchia, N.d.A.) iniziano dal molo S.Carlo - proseguono per tuta la Via Roma incorporandone tutte e due le parti - comprendono Piazza Pozzino e Via S.Cristina incorporandone tutt'e due le parti, fino alle scalette S.Cristina escluse - deviano a sinistra per via Rombi, comprendendone sempre tutt'e due le parti fino al campo sportivo, che viene incorporato con le casette circostanti che sono ad esso addossate - lasciano però fuori la strada che porta al Semaforo o Guardia dei Mori.
Dal campo sportivo la linea di confine scende in linea retta per il Canale del Generale - attraversa la regione Sabino (in tutta questa zona non ci sono nè vie nè sentieri, ma comprende cespugli o terreni di prorpietà, senza alcuna abitazione; quindi non è possibile alcun punto di riferimento più preciso) fino a raggiungere la strada comunale tra regione Gioia a Nord e regione Mandria a Sud - e prosegue su tale strada fino al mare in località Capo Sandalo.
Tutto quanto sta a destra di questa strada, rimane alla Parrocchia S.Carlo Borromeo, mentre tutta la zona che sta a sinistra è di giurisizione della nuova Parrocchia.

Can. Luigi Cinesu (Cancelliere)
Enea Melis (Amministratore Apostolico)

Top

[Back]


MOVIMENTI SACRAMENTALI

Il numero dei Sacramenti (o sacramentali, per es.funerali) amministrati nella Parrocchia S. Pietro, dalla fondazione al 31.12.2003, è il seguente:

  1967-80 1981-90 1991-2000 2001-2003 TOTALE

Battesimo
1^Comunione
Cresima
Matrimonio
Morti

557
280
340
220
248
288
266
465
112
243
156
116
346
220
175
44
23
80
28
55

1.045
   685
1.231
   580
   721

NOTA: gli aggiornamenti dal 2004 saranno inseriti ogni anno in questo sito.

Top

[Back]


ASILO S.VINCENZO

Figlie della Carità di S.Vincenzo de' Paoli.
Sono presenti nel comune di Carloforte da circa un secolo. Le suore sono state sempre alla guida dell'Asilo (poi scuola materna) S.Vincenzo, fin dal 1910 anno in cui (il 21 Dicembre) si è riunito il primo Consiglio di Amministrazione, che darà inizio alla formazione dell'Asilo Infantile.
I primi passi furono difficili. Soltanto nel 1923 il Comitato affida definitivamente la direzione dell'Asilo alle Figlie della Carità.
Fino agli anni '80, l'Istituto è stato l'unico che dava assistenza, morale e materiale, a tutti i bambini di Carloforte. Giuridicamente era parrocchiale.
Poi nacque la Scuola Materna Statale. Ma la maggior parte delle famiglie continua sempre ad affidare i bambini all'Asilo.

Top

[Back]


CASA DELL'AMICIZIA

Nel 1967, l'on. Giacomo Covacivich, carolino, deputato della Regione Autonoma della Sardegna, prende l'iniziativa di fondare l'Opera Pia S.Vincenzo de' Paoli, sempre affidata alle Figlie della Carità. Oltre all'Asilo, le religiose guidano, in prima persona, la Casa dell'Amicizia, che ospita circa 35/40 persone anziane.
Col tempo, la presenza delle suore si riduce, per scarsità di vocazioni.
Per cui le religiose abbandonano la scuola materna e la affidano a personale laico e tengono solo la direzione della Casa di riposo.

Top

[Back]


ASSOCIAZIONI E/O GRUPPI ECCLESIALI:

- AZIONE CATTOLICA: esiste nei due rami (adulti e ACR = Azione Cattolica Ragazzi).
- CATECHISTI: persone di ambo i sessi che seguono i bambini delle scuole in un cammino di fede. Le lezioni si tengono settimanalmente, per ogni classe. Fino al mese di Aprile. Durante il mese di Maggio, tutti i bambini frequentano un "mese di Maggio" particolare per loro, ricevono pure un "bollino" di presenza, che attaccano in una cartella; alla fine, ricevono un premio!!
Particolare attenzione si dà agli alunni di 4^ Elementare (che ricevono la 1^ Comunione il giorno di Corpus Domini) e agli alunni di 3^ Media (che ricevono la Cresima la 2^ Domenica di Pasqua).
- GRUPPO DI "GIOVANI PER UN MONDO UNITO": collegati con il Movimento dei "Focolarini".
- GRUPPO LITURGICO: persone di buona volontà che sono "lettori" durante le cerimonie religiose. Altre persone curano la biancheria per il decoro delle funzioni liturgiche. Infine un gruppo di signore che si prendono cura della pulizia della chiesa.
- GRUPPO "CARITAS": è interparrocchiale; prendono l'iniziativa di fare la raccolta (in occasione del Natale e della Pasqua) da distribuire poi alle famiglia bisognose.

Top

[Back]


RADIO SAN PIETRO

E' l'Associazione Parrocchiale che cura la comunicazione sociale. Fu fondata dal Parroco Don Carlo Cani nel 1983; agisce sulla frequenza degli 89,6 MHz. E' dotata di tutti i crismi delle autorizzazioni e licenze del Ministero delle Comunicazioni. La Radio è comunitaria, senza scopo di lucro. Non ci sono dividendi fra i soci e i collaboratori; ma tutti sono volontari. L'Associazione, giuridicamente, nasce nel 1990. Presidente, legale rappresentante, è il Parroco pro tempore. Direttore responsabile dei programmi è il Dr. Mariano Froldi, giornalista accreditato dell'Unione Sarda.
Radio San Pietro è iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche di Cagliari ed ha la Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Cagliari.
Il Palinsesto delle trasmissioni: dalle 07 alle ore 20. Si trasmettono tutte le funzioni religiose in diretta; notiziario locale, informazioni, interviste, musiche ed altro (per notizie più particolari, vedi più avanti). La nostra Radio, oltre alle attività religiose, manda in onda direttamente anche le manifestazioni civili che si svolgono a carloforte. Quando si rende necessario, queste trasmissioni sono effettuate con collegamento in ponte radio. "In Blu" è l'Emittente della C.E.I. (Conferenza Episcopale Italiana) che ci consente un rapporto continuo di audizione con gli ascoltatori (vedi durante le ore notturne).

Top

Contacts:

[Back] - [Home page]

www.carloforte.it